A COSA SERVE?

Il calcio è il minerale più abbondante nel nostro corpo e ha un’importanza enorme nell’organismo: oltre a essere il costituente fondamentale di ossa e denti, partecipa al processo di coagulazione del sangue, di contrazione dei muscoli ( il cardiaco, in particolare), di trasmissione dei messaggi nel sistema nervoso, di attivazione di numerosi enzimi.

Il calcio è usato nella prevenzione dell’artrite e dell’ipertensione, nella cura del reumatismi, della sindrome premestruale e del problema della menopausa e come protezione contro le scottature solari. Sono in corso tanti studi sulla proprietà anticancerogena del calcio, soprattutto nella prevenzione e cura dei tumori dell’intestino e della pelle.

CHE COSA SUCCEDE QUANDO MANCA?

Una lieve carenza del minerale può provocare:
  • palpitazioni cardiache
  • disturbi del sonno
  • irritabilità
  • carie
  • crampi muscolari
  • dolori alle giunture
Una grave carenza si manifesta con:
  • malformazione ossea (rachitismo nei bambini e osteomalacia negli adulti)
  • osteoporosi
  • ipertensione
  • emorragie
  • tetania (spasmi muscolari parossistici)
Quando ne occorre di più?
  • anziani
  • bambini
  • gestanti
  • nutrici
  • donne in menopausa
  • persone sotto stress
  • persone con vita sedentaria

L’assorbimento viene migliorato da: Vitamina D, lattosio, Vitamina C e alcuni acidi ( come succo di limone)

FONTI NATURALI:

Latte e derivati, verdure (soprattutto quelle a foglia verdi), pesce e semi oleosi.

CONTENUTI DI CLACIO IN ALCUNI ALIMENTI – mg per 100 gr di alimento
  • BASILICO, secco – 2110
  • MAGGIORANA – 1990
  • TIMO, secco – 1890
  • SALVIA, secca – 1650
  • ORIGANO, secco – 1580
  • MENTA, secca – 1370
  • PARMIGIANO – 1340
  • ROSMARINO, secco – 1280
  • CANNELLA – 1228
  • FINOCCHIO, semi – 1200
  • PECORINO ROMANO – 1160
  • EMMENTHAL – 1145
  • GROVIERA – 1123
  • PREZZEMOLO, secco – 1080
  • LATTERIA – 1057
  • MONTASIO – 950
  • PROVOLONE – 881
  • FONTINA – 870
  • CACIOCAVALLO – 860
  • ACCIUGHE SOTTO SALE – 542