Nozioni base di Alimentazione

L’ Alimentazione riguarda la somministrazione di sostanze necessarie allo svolgimento dei principali fenomeni vitali. Nell’organismo, gli alimenti servono anzitutto a compensare le continue perdite, dovute alla respirazione dei vari tessuti, fornire l’energia necessaria a produrre lavoro muscolare, nervoso, ecc. Inoltre, serve a riparare i tessuti che inesorabilmente, si logorano nella produzione del lavoro sopra accennato, restituendo alla cellula la propria integrità funzionale e morfologica.
Durante l’età dello sviluppo gli alimenti sono indispensabili a completare la crescita, hanno cioè una funzione plastica.

L’Alimentazione è quella funzione che somma tre importanti processi biologici:

 Assunzione degli alimenti;
 Digestione degli alimenti, ossia trasformazione degli stessi in principi nutritivi;
 Assorbimento dei principi nutritivi che, attraverso la circolazione del sangue, vengono poi metabolizzati nei processi della nutrizione.

La Nutrizione consiste nell’insieme dei processi metabolici che permettono alle cellule l’utilizzo dei principi nutritivi.
La successione dei processi all’interno del nostro organismo si può così riassumere:

ALIMENTAZIONENUTRIZIONE → ELIMINAZIONE DEI PRODOTTI DI RIFIUTO

li alimenti

 Gli alimenti: nozioni generali
L’alimento è un bene con cui l’uomo soddisfa un bisogno primario chiamato “Fame”.
Una sostanza per esser definita alimento deve rispondere ad alcuni requisiti:
1. Deve contenere almeno un principio nutritivo che abbia funzione energetica o concorra alla formazione e riparazione dei tessuti (esempio: la carne contiene proteine con funzione plastica, i cereali contengono carboidrati e quindi sono cibi energetici).
2. Non deve contenere sostanze che possano risultare dannose all’organismo come per esempio metalli pesanti e pesticidi.
3. Deve avere una consistenza tale che anche dopo la cottura non si abbia difficoltà nella masticazione per permettere una buona digestione.


Cibi Fondamentali
da consumare giornalmente per l’80-
85% del totale: Frutta di stagione, Verdure fresche
(possibilmente crude), Cereali (possibilmente integrali).

Cibi Complementari da consumare giornalmente, come
scelte alternative per il 10-15% del totale: Legumi, Latticini,
Pesce e Carne (il meno possibile), Olio, Miele, Uova e
Funghi.
Cibi Voluttuari (da consumare assai di rado o da escludere
tassativamente per chi ha già la salute piuttosto in ribasso):
Alcoolici, Caffè, Zucchero raffinato (quello di canna integrale
può andar bene in piccole quantità), thè con coloranti
(meglio il thè verde biologico), Fritture, Aceto, Aperitivi,
Gelati, Marmellate (tranne quelle fatte in casa con frutta fresca
di stagione e con l’aggiunta di zucchero di canna grezzo), Dolciumi, Dadi per
brodo, Latte in polvere, Formaggi troppo fermentati, Succhi
di frutta dell’industria, Cibi in scatola, Bevande gassate e
colorate, Cioccolato, Salse piccanti e troppe Spezie.